0
Pinsiamo tutti i segreti sulla pinsa romana

La Pinsa Romana è un piatto storicamente molto antico, caratterizzato dalla forma di una focaccia ovale, diversa dalla pizza per forma e impasto, da condire a piacere e gustare in famiglia.

Come fare la Pinsa romana a casa?

La pinsa romana è un piatto tipico utilizzato prevalentemente nei ristoranti e nei locali dedicati. Quello che molti non sanno è che è possibile fare la pinsa romana anche in casa! Facilmente e in modo veloce e gustoso.

Ecco le soluzioni :

  • Basi di pinsa romana precotte Pinsiamo
  • Farina per pinsa Pinsiamo

Le basi di pinsa romana Pinsiamo sono una veloce soluzione casalinga per gustare un piatto gourmet e gustoso e ideale per tutta la famiglia. Trovi le base di pinsa precotte nelle pratiche versioni di mini pinsa e pinsa classica, scegli le dimensioni e come farcirla, la cottura sarà velocissima.

Ecco le tipologie delle nostre basi di pinsa romana precotte che contengono il mix di farine certificato di Marco (un mix di farina di soia, riso e grano tenero):

Le nostre basi per pinsa romana Pinsiamo contengono farina originale Di Marco e sono precotte, pronte da infornare in 5 minuti.

Come si cuoce la base di pinsa romana precotta di Pinsiamo?

Per i forni casalinghi è facilissimo: basta preriscaldare il forno al massimo della temperatura (in genere 220°/250°) e infornare per 5/6 minuti, per una farcitura leggera e semplice come ad esempio sale rosmarino e olio, o per 6/8 minuti per farciture più abbondanti.

Attenzione a controllare sempre in cottura la pinsa. La base non deve seccarsi troppo ma deve rimanere fragrante e colorarsi il giusto sui bordi.

I tempi di cottura variano in base alla quantità di condimento con cui è stata farcita la vostra pinsa romana, e alla tipologia del vostro forno, ogni forno casalingo ha le sue impostazioni, quindi attenzione, controllate la pinsa durante la cottura.

I nostri consigli sulle basi di pinsa romana Pinsiamo: come conservarla

Le basi di pinsa romana Pinsiamo sono facilissime da preparare e grazie al pratico formato in busta ATM si conservano a lungo sia in frigo che in freezer. Sono stese a mano, contengono lievito madre e sono 100% vegetali.

Ecco qualche consiglio per la preparazione delle basi di pinsa romana in casa:

  • Se le basi di pinsa romana vengono conservate in frigo, una volta aperta la confezione, sono pronte da condire a piacere e devono cuocere solo pochi minuti. Una Pinsa bianca con olio e sale impiega in media 5 minuti per la cottura, una pinsa farcita abbondantemente va lasciata qualche minuto in più.
  • Se invece conservate la confezione di basi di pinsa romana nel freezer, lasciatela fuori qualche minuto prima di farcirla, in modo che si scongeli il giusto, conditela a piacere e infornatela per i soliti 5/7 minuti.
  • Consigliamo qualora non consumiate tutte le pinse nella confezione, una volta aperta la busta Pinsiamo di richiuderla accuratamente e congelare le restanti basi di pinsa per una migliore conservazione del prodotto.
  • Per farcire la tua pinsa ad esempio con verdure o salsiccia (ingredienti che hanno bisogno di un maggior tempo di cottura) , consigliamo di cuocere gli ingredienti prima e guarnire la pinsa con già la mozzarella e/o pomodoro a metà cottura con gli ingredienti rimasti.

Chi può mangiare la pinsa romana e quali farine vengono utilizzate?

La pinsa romana è adatta a tutti, è 100% vegetale, senza conservanti, senza additivi e proveniente da ingredienti semplici. È un prodotto composto solamente da acqua e dal mix di farine, è ideale anche per chi adotta un’alimentazione di tipo vegetariano o vegano ed ha pochissime calorie.

La farina per pinsa è un mix di farina di riso, soia e grano tenero. La farina di riso rende la pinsa romana più friabile e più digeribile, la soia la rende proteica e leggera e infine il grano tenero rende l’impasto elastico. Gli ingredienti chiave per un perfetto equilibrio di gusto ed eccellenza.

Oggi Pinsiamo è anche senza glutine!

I nostri esperti alimentari hanno studiato una formula per un mix di farine senza glutine a base di quinoa, ugualmente proteico e gustoso. Con un livello di idratazione del 100%, la base Pinsiamo senza glutine è priva di gomme, come Guar e Xantano solitamente contenute nei prodotti gluten free. Tra le particolari caratteristiche che la contraddistinguono da altri prodotti senza glutine sono:

  • Senza di frumento deglutinato,
  • Senza lattosio,
  • Senza aggiunta di zuccheri con il solo 0,5% su 100 gr di prodotto.
  • Ricco di Proteine,
  • Con fibre: ideata per gli intolleranti al glutine e gli sportivi

La quinoa, ingrediente protagonista del mix, oltre ad essere ricca di proteine e fibre contiene sali minerali, ferro e aminoacidi essenziali, con un basso indice glicemico. Ciò la rende interessante anche per una clientela vegana/vegetariana.

Provala subito, ecco il link: base di pinsa romana senza glutine Pinsiamo

E per chi ama mettere le mani in pasta, ecco qualche consiglio: come fare l’impasto della Pinsa Romana in casa.

Fare l’impasto della pinsa romana è semplicissimo, basta usare la giusta farina. La farina per pinsa Pinsiamo è composta da un mix di farine di soia, riso e grani teneri, ideale non solo per la pinsa romana ma anche pizza alla pala, in caso di pizzeria a taglio o forni a legna casalinghi.  La farina per pinsa è più digeribile della pizza e in proporzione contiene anche più acqua nell’impasto.

Vi proponiamo qui la ricetta per un impasto di pinsa romana da fare in casa sia in forno elettrico che in forno a legna:

La ricetta originale della pinsa romana:

  • Per 700g di farina per pinsa romana Pinsiamo
  • 500 ml di acqua (fredda)
  • Sale marino 10 gr
  • Olio EVO 10 gr
  • 1 bustina di lievito in polvere

La pinsa romana è un impasto a lunga lievitazione, una volta uniti gli ingredienti nell’impastatrice (o impastati a mano per almeno 20 minuti) il risultato dovrà essere un unico panetto elastico e compatto. Lasciate riposare l’impasto almeno 24 h ricoperto da un panno, in frigo. A seguire, dopo aver atteso il tempo della lievitazione, tirate fuori dal frigo l’impasto, formate dei panetti più piccoli e lasciate riposare almeno altre 3 ore fuori frigo finchè non raddoppino il proprio volume.

Prendete uno dei vostri panetti di pinsa romana e stendetelo a mano su una teglia precedentemente unta d’olio EVO, condite le vostre pinse a piacere e infornate in forno elettrico preriscaldato a 200 ° per circa 15/20 minuti, finchè la crosta non appaia di un colorito dorato.

Non vi resta che sperimentare. Lasciateci un commento qui o sui nostri canali social se vi è piaciuta la pinsa romana o una recensione sul prodotto. Scatenate la fantasia e farcite a piacere le vostre pinse romane!

 

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

0

TOP

X